Xiaomi Mi Note 10 e un sensore fotografico da 108 megapixel

Xiaomi Mi Note 10 e un sensore fotografico da 108 megapixel

Xiaomi Mi Note 10 è uno smartphone al prezzo di un modello di fascia media annunciato nel novembre 2019 con caratteristiche di design di fascia alta. Ha un gran numero di sensori fotografici, più della media, e un frontale in vetro curvo che sembra un’ammiraglia molto costosa. Un sensore fotografico da 108 megapixel e un’enorme batteria da 5.260 mAh sono cifre che sicuramente attireranno l’attenzione dei consumatori.

Tuttavia, non è proprio il migliore al mondo che ci si aspetterebbe sotto altri aspetti. La sua macchina fotografica è lenta; ci sono problemi quotidiani che la rendono più lenta di quanto non sia. E anche se la batteria è abbastanza grande e ha un’eccellente autonomia, ci si può aspettare un’autonomia ancora migliore per le sue specifiche.

Lo Xiaomi Mi Note 10 è uno di quegli smartphone esotici con caratteristiche e un prezzo che suona troppo bello per essere vero. Ecco una breve lista: un display AMOLED da 6,5 pollici, una batteria da 5.230 mAh con ricarica rapida, 128 GB di memoria e un totale di 5 telecamere sul retro, compreso un sensore da 108 megapixel, il tutto per 550 euro al lancio, e meno di 400 euro sul mercato oggi.

Dopo diverse settimane con lo smartphone, direi che è un’offerta molto allettante per il prezzo – anche se ha alcuni difetti di cui dovreste sicuramente essere consapevoli.

Nella scatola:

  • Xiaomi Mi Nota 10
  • Cavo di alimentazione
  • Guscio di protezione singolo
  • Cavo USB tipo C
  • Espulsore della scheda SIM
  • Manuale d’uso
  • Carta di garanzia
  • Kit per pedoni

Xiaomi Mi Note 10: design

In alcune aree, Xiaomi Mi Note 10 è prodotto secondo lo stesso standard di uno smartphone che costa il doppio del prezzo. Il telaio è in metallo, e la parte anteriore e posteriore dell’apparecchio sono pezzi di vetro curvato. Non c’è nemmeno un bordo di plastica tra il metallo e il vetro, cosa molto insolita per un telefono che costa meno di 600 euro.

Questo invita a confrontarsi con dispositivi come l’Huawei P30 Pro e il Samsung Galaxy S10, entrambi più costosi. Ma è il blocco della fotocamera sul retro di Xiaomi Mi Note 10 che potresti notare per primo.

È enorme e sporge dal bordo posteriore, il che è notevole considerando che lo Xiaomi Mi Note 10 non è uno smartphone ultrasottile, tanto per cominciare. Xiaomi ha una buona scusa: la batteria dello smartphone è grande. Ma quello che tolgo dal design del Mi Note 10 è che si tratta di un telefono fatto per indossare un guscio protettivo – la custodia in silicone inclusa nella scatola.

Infatti, lo Xiaomi Mi Note 10 sembra quasi incompleto senza la sua custodia in silicone, che leviga il retro del dispositivo.

Nessuna tenuta stagna

Si noti inoltre che la Mi Note 10 non offre la tenuta stagna. Questo è standard a questo prezzo, ma ci ricorda ancora una volta che la somiglianza con gli smartphone che vendono al doppio del loro prezzo è in realtà un po’ sottile.

Il sensore delle impronte digitali sullo schermo dello smartphone è ben lungi dall’essere buono come quello degli smartphone di fascia alta. Non è facile posizionare le dita, molto sensibili all’umidità e inclini a leggere male un’impronta digitale perfetta, si può usare invece il riconoscimento facciale. Man mano che i sensori alloggiati sotto il display diventano sempre più comuni nei telefoni di fascia media, le letture casuali diventano sempre più comuni.

Lo Xiaomi Mi Note 10 è dotato anche di un blaster a infrarossi. Attiva l’applicazione Mi Remote, che permette allo smartphone di agire come un telecomando universale, inviando gli stessi comandi del telecomando del televisore.

Xiaomi Mi Nota 10: schermo

Una telecamera frontale motorizzata è la caratteristica più ovvia che manca nella Xiaomi Mi Note 10. Xiaomi include questa tecnologia in altri smartphone, ma qui abbiamo una tacca a forma di goccia più convenzionale. L’inserimento del primo avrebbe reso il Mi Note 10 il modello veramente di fascia alta che avreste pensato fosse, con un frontale curvo e indisturbato. Ma ovviamente il costo non sarebbe stato lo stesso.

Il Mi Note 10 ha uno schermo da 6,47 pollici, un pannello OLED con una risoluzione di 2.340 x 1.080 pixel. È un’ottima esposizione per il piccolo importo che si paga. Si può trovare più grande, ma non troverete di meglio, soprattutto se vi piace il lato curvo.

Non avete mai avuto uno smartphone con un pannello OLED? Offre un contrasto ineguagliabile e colori super profondi. È possibile scegliere tra un profilo di colore sovrasaturo o più naturale, oppure un profilo che cambia il carattere dello schermo a seconda della luce ambientale.

Con il Mi Note 10 non ho avuto problemi con la regolazione automatica della luminosità – che può essere un problema su smartphone meno ottimizzati. Inoltre, c’è abbastanza luminosità – 600 pidocchi – per cavarsela comodamente nelle giornate limpide. Il display è nitido e ricco di colori e supporta la riproduzione 1080p Netflix. È disponibile anche il supporto per la modalità HDR – e, come ci si aspetterebbe, è eccellente in una stanza dove l’illuminazione è controllata e permette di godere della luminosità dello schermo.

Xiaomi Mi Nota 10: Software

Il Mi Note 10 funziona su Android 9 con l’overlay MIUI di Xiaomi. Il suo stile visivo è simile a quello di Huawei; non è così arrotondato come quello di Samsung. Non c’è un cassetto per le applicazioni nel MIUI. Tutte le applicazioni installate finiscono sulle schermate iniziali – e, a differenza dell’interfaccia utente di Huawei, non c’è l’opzione di aggiungere un’area di applicazione dedicata.

Xiaomi Mi Note 10 ha una schermata iniziale aggiuntiva piena di scorciatoie simili a widget per le applicazioni e gli strumenti Xiaomi. Non sono sicuro che lo utilizzerete in modo estensivo, ma ha il merito di esserci.

Personalmente, la mancanza di un’adeguata schermata di applicazione rende la mia esperienza un po’ confusa, essendo abituato a un’esperienza senza sovrapposizione. Ma se non ci sei attaccato come lo sono io, l’aspetto software della Mi Note 10 è perfettamente adeguato.

Xiaomi Mi Nota 10: prestazioni

Un processore di fascia media, lo Snapdragon 730G di Qualcomm, è il cuore della Mi Note 10. Questa versione “G” presenta semplicemente un chip grafico più veloce per una performance leggermente migliore nei giochi.

In pratica, funziona perfettamente. Potete giocare comodamente ai giochi più recenti con dettagli grafici quasi al massimo. Le prestazioni quotidiane sono tecnicamente solide, come ci si aspetterebbe da un dispositivo con un buon processore e 6 GB di RAM.

Anche il Mi Note 10 non è lo smartphone più veloce che si può ottenere da Xiaomi a questo prezzo. Il suo Xiaomi Mi 9 T Pro costa meno ma ha uno Snapdragon 855 molto più potente. Secondo Geekbench 4 e 3D Mark, questo smartphone ha circa il 70% in più di potenza della CPU e ben oltre il doppio della potenza della GPU.

Xiaomi Mi Note 10: telecamere

La fotocamera è l’area in cui scoprirete alcuni problemi di prestazioni con la Xiaomi Mi Note 10, è un po’ lenta. Il ritardo dell’otturatore è di circa mezzo secondo e l’elaborazione dell’immagine richiede molto tempo. Il motivo diventa chiaro quando si guarda più da vicino la tecnologia all’interno.

La Xiaomi Mi Note 10 ha una fotocamera principale da 108 megapixel, che utilizza il binning dei pixel per produrre immagini da 27 megapixel. Si potrebbe sostenere che sia meglio pensarlo come un sensore fotografico da 27 megapixel, dato che il sensore Samsung S5KHMX è stato progettato principalmente per catturare immagini a questa risoluzione, e in realtà utilizza un algoritmo per utilizzare le immagini da 108 megapixel. In ogni caso, ci sono molti dati da elaborare in ogni immagine. Le immagini da 108 megapixel finiscono a circa 35 MB ciascuna.

Gli scatti tradizionali sono pieni di dettagli; le immagini da 108 megapixel lo sono ancora di più. C’è una leggera qualità pittorica in queste immagini ad altissima risoluzione, comune a quelle assistite da un algoritmo di Intelligenza Artificiale. Tuttavia, sono impressionato dal loro aspetto naturale e da quanto siano diverse dalle immagini da 27 megapixel. Si può apprezzare il contrasto abbastanza elevato e i colori abbastanza ricchi. La telecamera è anche molto brava a gestire i livelli di luce di scene delicate come i tramonti.

Sensori ben sfruttati

Sono anche impressionato dalla maggior parte delle altre fotocamere sul retro della Mi Note 10. C’è uno zoom 2x, uno zoom 3x in cui lo smartphone inquadra immagini 5x, una macro ultra-wide e una macro dedicata. La messa a fuoco ravvicinata è il principale vantaggio della fotocamera macro.

E, a differenza della concorrenza, è dotato di autofocus. Tuttavia, poiché il sensore ha una risoluzione di 2 megapixel, non è in grado di catturare molti dettagli, anche con una messa a fuoco perfetta. La maggior parte degli smartphone di fascia media scattano brutte foto a 5x. Il Mi Note 10 prende quelli buoni, anche se “imbroglia” e si riquadra con uno zoom 3x e un sensore da 8 megapixel per prenderli. Dà l’impressione di un vero zoom nativo, senza l’oscuramento digitale dello zoom elaborato.

Il suo sensore fotografico ultra-largo da 20 megapixel è simile. Potrete godere di immagini di buona qualità.

La qualità dell’immagine di notte è un po’ confusa. Se si utilizza la modalità automatica, Xiaomi Mi Note 10 scatta immagini con un aspetto leggermente sfocato e poco chiaro. I dettagli della texture aumentano considerevolmente quando si utilizza la modalità notturna, e le ombre sono notevolmente ridotte per un’immagine meno scura.

Non al massimo sul video

Xiaomi Mi Note 10 non sfrutta le capacità del sensore da 108 megapixel per il video. Samsung sostiene di essere in grado di catturare video a 6K, ma lo smartphone funziona a una risoluzione di 4K a 30 fotogrammi al secondo. Perché? Questo è il limite del processore Snapdragon 730G, secondo Qualcomm. Xiaomi ha fatto un uso sorprendentemente buono di questo sensore da 108 megapixel, ma probabilmente lo vedremo usato di più in altri smartphone.

Tuttavia, la versatilità del video è eccellente, in quanto è possibile scattare con qualsiasi sensore fotografico. E poiché entrambe le viste 2x e 5x hanno una stabilizzazione ottica, sono davvero utilizzabili.

Xiaomi Mi Note 10: durata della batteria

Il Xiaomi Mi Note 10 ha quella che sembra essere una batteria di grande capacità – 5.260 mAh. E’ una cosa enorme per qualsiasi smartphone, specialmente un telefono con uno schermo da 6,47 pollici con risoluzione Full HD+.

La batteria offre un’ottima autonomia. Il livello della batteria alla fine della giornata è tra il 30 e il 50%; questo è sufficiente a dare conforto a chi abusa del proprio smartphone per tutto il giorno. Ma con una batteria del genere ci si poteva aspettare un’autonomia di 2 giorni.

Xiaomi Mi Nota 10: Verdetto

Xiaomi Mi Note 10 è un eccellente smartphone che, come la maggior parte dei telefoni Xiaomi, arriva sul mercato ad un prezzo molto interessante. La qualità dei componenti è eccellente per il suo prezzo – o molto meglio nel caso della fotocamera. Il sensore fotografico principale da 108 megapixel impressiona, così come la qualità delle immagini con zoom.

Tuttavia, questo smartphone manca di un certo grado di finitura. La fotocamera è lenta, non ha necessariamente l’aspetto più attraente sul mercato nonostante il suo vetro curvo, e le prestazioni del sensore di impronte digitali sono discrete. Tuttavia, nonostante tutti i suoi difetti, il Mi Note 10 rimane uno smartphone con un eccellente rapporto qualità-prezzo che offre una flessibilità di composizione fotografica simile a quella della Huawei P30 Pro dello scorso anno.

Mentre vedete le ultime ammiraglie del concorso, e anche il nuovo Mi 10, il Mi Note 10 ha ancora qualcosa che vi attira, soprattutto perché il suo prezzo è ancora più basso di quando è stato lanciato. Sarà un vero peccato non approfittarne.

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto