Quali parti della nostra auto controllare

Quali parti della nostra auto controllare

La nostra auto ha bisogno di manutenzione, e sono diversi gli elementi della nostra auto che dobbiamo periodicamente controllare. Tale controllo può essere realizzato da noi stessi, oppure affidato all’esperienza di personale competente.

Nel secondo caso molti scelgono dei piani programmati, come i piani di manutenzione Audi, il cui scopo è proprio quello di fornire assistenza nel tempo.

In ognuno dei due casi è utile sapere cosa vada controllato nella nostra automobile. Questo perché possiamo anche non aspettare il controllo periodico per tenere sotto controllo alcune componenti della nostra auto. Di cosa stiamo parlando?

La risposta direttamente nelle prossime righe.

L’usura degli pneumatici

Gli pneumatici vanno incontro a una usura piuttosto evidente, visto il loro contatto diretto con la strada. Tale usura va controllata in maniera costante, per evitare di andare incontro a potenziali problemi.

Lo stato delle nostre gomme è fondamentale per una buona tenuta su strada, in diverse condizioni. Un esempio è quello del fenomeno dell’aquaplaning, che impedisce alla ruota di aderire al manto stradale.

Come dobbiamo agire?

Il primo passo da seguire è controllare che le ruote siano gonfie e che la pressione sia quella giusta (la pressione ideale è segnalata nel manuale di istruzioni della nostra auto).

Oltre a ciò, quando notiamo che le ruote si sgonfiano troppo in fretta, è il caso di controllare se siano presenti dei buchi negli pneumatici, causati da chiodi o altri agenti.

Nel corso del tempo dobbiamo controllare l’usura vera e propria, e possiamo farlo misurando la profondità delle scanalature presenti sullo pneumatico. Minore profondità delle scanalature indica che lo pneumatico si è consumato in misura maggiore, e potrebbe essere il caso di effettuare un cambio.

Olio e acqua

Controllare i livelli di olio e acqua può fare la differenza nel prevenire fastidiosi guasti.

Solitamente i livelli di acqua e olio sono regolarmente indicati dalle spie presenti sul cockpit, ma ciò non toglie che potrebbero incorrere eventuali guasti nei sistemi di segnalazione.

Controllare questi due elementi, a prescindere dalle segnalazioni delle spie, è un consiglio davvero prezioso e che non deve essere sottovalutato.

L’assenza di questi elementi potrebbe portare gravi guasti al motore, portandoci, nel peggiore dei casi, a doverlo sostituire interamente, senza alcuna speranza di recupero.

Ogni quanto effettuare un controllo?

Sicuramente prima di un lungo viaggio è un qualcosa di davvero obbligatorio: controllare i livelli di olio e acqua, insieme allo stato degli pneumatici, fa parte del perfetto vademecum di ogni viaggiatore.

Nella vita di tutti i giorni è comunque consigliabile effettuare un controllo un paio di volte al mese, così da poter circolare davvero con serenità.

La manutenzione periodica

I controlli di cui abbiamo parlato possono essere effettuati da chiunque, anche dai meno esperti, ed è consigliabile farli di frequente. Al contrario la manutenzione periodica vera e propria ha bisogno di specifiche competenze che solo un buon livello del fai-da-te può raggiungere.

Tale manutenzione entra più nello specifico nello stato di salute della nostra auto, e la sua periodicità è indicata direttamente nel manuale di istruzioni del nostro veicolo.

Effettuare regolarmente la manutenzione periodica è davvero molto importante, sia per il mantenimento del nostro veicolo, sia per la sicurezza di pilota e passeggeri. Si può così cercare di prevenire l’insorgere di guasti e problemi, sostituendo i pezzi ai primi segni di usura e molto altro.

Attenzione anche alla scelta dei ricambi: la qualità è il miglior modo di curare la nostra auto.

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto