In che cosa consiste la diffamazione via web

La diffamazione online o diffamazione o a mezzo internet consiste in una determinata offesa che viene data quando vengono pubblicate notizie false o insulti riguardo una determinata persona.
In particolar modo, la diffamazione generale per essere tale e quindi perseguibile dalla legge deve rispettare tre differenti condizioni, ossia: comunicare con più di una persona, offenderne la reputazione e che la vittima di cui si stia parlando non sia presente.
La diffamazione a mezzo social spesso può essere complicata da perseguire ed è altrettanto complicato, per chi non ha conoscenze nel settore giuridico, comprendere quando è tale o meno.
Se infatti da una parte la legge mira a difendere la reputazione della vittima di diffamazione internet, d’altra parte non è detto che la persona che abbia scritto o detto determinate cose possa essere perseguire di diffamazione online in quanto la legge mira anche a poter permettere la manifestazione del proprio pensiero, oltre che la cronaca e critica.
E’ quindi fondamentale comprendere quando vi è o meno diffamazione su internet.

La comunicazione: quando avviene la diffamazione

La diffamazione può essere denominata tale solo in determinati casi, e non è quello nel quale si parla semplicemente con una persona in assenza del diretto interessato.
Dal momento in cui però la persona a cui si sta riferendo le offese riferisce il tutto alla vittima e tali offese sono state dette appositamente al fine di essere comunicate alla vittima, allora la diffamazione è tale in quanto vi è la volontà e coscienza di pronunciare l’offesa verso la vittima.
Oltre a questo fattore particolare è anche possibile che la diffamazione avvenga quando si riferiscono tali offese e notizie false a differenti persone in momenti diversi, sempre allo scopo di infangare il nome e la reputazione della vittima.
Un ulteriore elemento fondamentale per far scattare il reato di diffamazione è l’assenza della vittima: se infatti questa è presente, allora si ha il reato di ingiuria.
In quest’ultimo caso infatti l’offesa viene rivolta direttamente alla persona interessata.
Si ha inoltre casi di diffamazione mezzo stampa quando si offende direttamente una persona mediante la stampa o l’utilizzo di pubblicità.
E’ molto importante chiarire la distinzione netta tra diritto di critica ed esposizione dei fatti e offesa. Con quest’ultima infatti la vittima ha il diritto di denunciare per diffamazione. il diritto di critica consiste invece nell’esplicare un semplice fatto: se ci si rivolge a una persona dicendole che, come dato di fatto, non sa scrivere l’italiano in quel caso non è diffamazione.
Se però la vittima viene offesa con nominativi offensivi quali ignorante o analfabete, allora tale è diffamazione in quanto vi è la volontà di offendere.
Qualora si desiderino altre informazioni, approfondisci l’argomento sulla diffamazione sul sito studiolegaleadamo.it.

Il diritto di critica: che cos’è e quali i requisiti

Il diritto di critica consente di evitare il reato di diffamazione proprio perché ciascun individuo ha la libertà di poter criticare, senza offendere.
Per poter porre in atto il diritto di critica sono però necessari dei requisiti specifici, quali: veridicità di ciò che è successo, continenza espressiva e pertinenza dei contenuti dell’argomento.
I fatti indicati mentre si espongono i fatti devono infatti essere sempre reali e, in caso non lo siano, non si rientra più nella libertà di opinione.
Oltretutto tali fatti devono essere pertinenti agli argomenti precedentemente narrati: ciò che viene detto deve quindi risultare inerente al discorso e non detto appositamente per offendere la vittima.
Infine si ha la continenza sostanziale, correlata a ciò che viene detto al di fuori di un determinato contesto: capita infatti che si espongano determinati fatti solo a scopo diffamatorio, come ad esempio una lavoratrice che ha avuto una relazione al di fuori del matrimonio.

Computer industriale: quando e come scegliere il migliore Previous post Computer industriale: quando e come scegliere il migliore